Rettorato

E' un grande edificio a pianta rettangolare di m 101,20 x 24, disposto in senso trasversale rispetto al pendio, alto due piani a monte e cinque a valle. Localizzato all'ingresso del campus su via dei Vestini, è attraversato da una strada interna pedonale.
Nel tratto finale questo percorso diventa gradonato ed è sormontato da una grande sala destinata ad auditorium.
Sia la posizione prescelta, che ne fa una "porta" di ingresso al campus, sia la presenza di elementi molto caratterizzati, quali la strada interna e l'auditorium, mostrano, l'intenzione di rendere questo edificio un'attrezzatura non separata ma aperta alla città.

Lo schema a corpo triplo guida sia l'aspetto distributivo che costruttivo dell'edificio. I corpi laterali contengono gli uffici, i ballatoi e i collegamenti verticali; la campata centrale è occupata dal percorso pedonale e, a seconda dei diversi livelli, di volta in volta dagli spazi comuni, dagli archivi e da locali di servizio. Considerando la separazione creata dalla sezione inclinata della strada interna, i collegamenti trasversali tra i due corpi sono posizionati in diversi punti della pianta nei rispettivi piani.
In senso longitudinale l'edificio è suddiviso in due settori, separati da scale metalliche esterne che creano profonde zone d'ombra sui fronti esterni. Questi settori si differenziano per la soluzione architettonica delle coperture ma conservano un forte carattere unitario negli allineamenti volumetrici e nella continuità del percorso interno. Il settore a monte è formato da due blocchi che si affacciano su una strada interna coperta a vetri.
Questa soluzione individua una galleria a doppia altezza, lunga 50 metri e larga 7,30, che costituisce una sorta di atrio per l'intero campus universitario; al piano alto i due corpi laterali ospitano gli studi del rettore, e del direttore amministrativo e la sala del senato accademico; al piano inferiore sono sistemati gli uffici a maggiore contatto con il pubblico.
La galleria è attraversata da due passerelle di collegamento, realizzate in travi reticolari metalliche con scatolari a vista e parapetti in vetri temperati.La struttura principale della galleria è formata da una serie di travi metalliche IPE alte cm 100, disposte a interassi di m 6,40.
Il profilo della copertura vetrata a due falde, realizzata in alluminio preverniciato, è tutto compreso nell'anima delle travi principali in modo da lasciare visibili sia l'intradosso che l'estradosso delle travi stesse: in tal modo viene dato risalto alla tessitura strutturale che crea una fitta trama di linee d'ombra nel percorso interno.

Il secondo settore corrisponde alla sala dell'auditorium e ai servizi annessi, che occupano i due livelli alti dell'edificio. Il percorso orizzontale si immette in una rampa a gradoni delimitata sui fianchi dagli uffici e in alto dalla sala dell'auditorium. La gradonata ha una larghezza iniziale di m 4,80 che aumenta progressivamente fino a m 5,40 per una leggera strombatura che si apre verso l'aula magna.

L'auditorium è una sala a pianta trapezoidale inserita nella sagoma rettangolare dell'edificio, la cui autonomia volumetrica è leggibile dagli spazi interni di distribuzione. La cavea a gradoni circolari segue la sezione inclinata del percorso interno, accompagnandone la pendenza verso valle. La sala contiene 320 posti e può funzionare autonomamente rispetto agli uffici dell'università. L'accesso alla sala avviene da due atri laterali collegati da una sottile passerella vetrata, larga m 2,40, che scavalca a ponte il passaggio della gradinata. Questa soluzione riunifica il sistema degli ingressi al livello più alto del foyer e nello stesso tempo permette di conservare la continuità visiva del percorso interno. La copertura della sala, che impegna l'intera larghezza dell'edificio, è realizzata con travi reticolari metalliche estradossate, ricoperte con carter in alluminio verniciato in colore grigio. Le campate del solaio sono in pannelli metallici grecati.

La sala è pavimentata in parquet di rovere; le pareti laterali, per un'altezza di circa 2 metri, sono rivestite di pannellature con listelli di legno le cui diverse tessiture sono dettate da ragioni di assorbimento acustico. Il controsoffitto della sala è realizzato in pannelli di cartongesso con sagome curve corrispondenti alle gradonate e scalettate secondo la necessità di riverberazione del suono. Le poltroncine sono in tessuto sintetico autoestinguente di colore rosso.

Sui fianchi della sala-auditorium si affacciano due soppalchi per le postazioni delle luci e degli apparati scenici. Sul lato corto dell'edificio, alle spalle del palcoscenico, sono disposti i collegamenti tra le scale dei corpi di fabbrica laterali; questi corridoi si affacciano sulla ex facoltà di Lettere attraverso finestre a nastro.

Anche questo edificio è rivestito in mattoni a vista, tranne la fascia centrale del prospetto meridionale che è in travertino.

Il percorso interno è interamente pavimentato in lastre di travertino bucciardato; nel tratto a gradoni le pareti sono rivestite in lastre di travertino levigate, di cm 100 x 50. Sia l'ingresso a monte che quello a valle sono forniti di un cancello metallico a scorrimento verticale, a scomparsa nel pavimento.

-->